HOME

COMUNE PARTECIPATO

COMUNE PARTECIPATO


Il fantastico ambiente naturale dell'Algeria

Il fantastico ambiente naturale dell'Algeria


Il territorio dell'Algeria, molto vario, presenta da nord a sud, nell'ordine, una fascia costiera seguita da due catene montuose, l'Atlante Telliano (o Tell) e l'Atlante Sahariano, separate tra loro dagli altopiani centrali; tutte queste zone, insieme, costituiscono il Maghreb algerino, a sud del quale si trova la regione sahariana. Sulla costa, che si affaccia al Mediterraneo per una lunghezza di circa 1200km, terminano i rilievi del Tell, interrotti da ampie depressioni, con le piane di Algeri, Orano e Annaba, e da valli fluviali. L'Atlante Telliano a ovest è interrotto da pianure che facilitano le comunicazioni con l'interno, mentre in quella centrale e orientale è costituito da una serie di massicci, quali la Piccola e Grande Cabilia che raggiunge la massima altezza nel gruppo del Giurgura e le alture che circondano la piana di Costantina, tra le quali spicca il massiccio dell'Aurès. Queste sono le zone più ricche di acque, più densamente popolate e sviluppate economicamente. A sud del Tell si trovano gli altopiani, sui 1000 metri di altezza, dove la scarsità delle acque e la vegetazione rada consentono limitati insediamenti e come unica attività la pastorizia. Ad essi seguono l'Atlante Sahariano, meno elevato. Più a sud si estende, per una superficie di circa 2 milioni di km quadrati, una piattaforma desertica arida e inospitale, ora sabbiosa, ora di pietre e ciottoli, ora di roccia nuda, come l'Hamada di Tademait, che si eleva all'etremità meridionale del paese fino ad oltre 2000 metri. Alche le altre zone dell'Algeria sono povere di acqua; la maggior parte dei corsi d'acqua sono alimentati esclusivamente da piogge e si esauriscono rapidamente; a volte formano laghi salati deti chott. Gli unici fiumi a regime pressochè costante sfociano nel Mediterraneo. Il clima della fascia costiera è di tipo mediterraneo, con estati calde e inverni miti, con piovosità buona. Questa infatti è l'unica zona dove le condizioni climatiche e la fertilità del suolo consentono di coltivare i cereali, oltre alla vite e all'olivo.

La bellezza dell'aliante

La bellezza dell'aliante


L'aliante è un veivolo privo di motopropulsore proprio, nel quale la trazione necessaria al moto relativo all'aria circostante è data dalla componente peso dell'aliante stesso nella direzione del moto: quindi l'aliante scende continuamente rispetto all'aria. Per ottenere il distacco dal suolo, l'aliante deve essere lanciato con opportuni sistemi di catapultamento, o mediante rimorchio con un mezzo a terra ( sistemi ormai raramente usati anche nei voli di istruzione); oppure deve essere rimorchiato da un veivolo a motore e sganciato ad un'opportuna quota. Gli alianti si dividono in libratori e veleggiatori. I libratori sono adatti al volo librato, cioè sono in discesa rispetto al suolo, in quanto non hanno elevate caratteristiche aerodinamiche, non richieste per il loro impiego ( generalmente la loro velocità verticale di discesa, cioè la perdita di quota nell'unità di tempo, è superiore a 2 m/s). Storicamente il libratore è la prima semplice macchina che permesso all'uomo di volare: era infatti un libratore quello di O. Lilienthal; erano libriatori biplani quelli di Chanute e quello col quale i fratelli Wright volarono nel 1902, prima del volo a motore con il Flyer. I veleggiatori sono invece alianti di elevate caratteristiche aerodinamiche che possono, utilizzando correnti ascendenti, termiche o di pendio, inalzarsi rispetto al terreno e compiere lunghi percorsi passando da una zona favorevole ad un'altra.

Le caratteristiche degli ammonitoidi

Le caratteristiche degli ammonitoidi


Ordine di Ammonoidi comprendente la maggior parte delle forme genericamente conosciute come ammoniti. Gli ammonitoidi, provvisti di una conciglia avvolta a spirale, sono vissuti dal Giurassico al Cretaceo e si sono evoluti molto rapidamente diventando insostituibili per la biostratigrafia. In questo gruppo, durante il Cretaceo, si verificò un caratteristico fenomeno di provincialismo: le specie e le sequenza filetiche del bacino della Tetide, esteso alla Francia settentrionale e all'Inghilterra meridionale, si diversificano da quelle del mare boreale sviluppatosi nella parte settentrionale della Germania e dell'Olanda. Tra i generi più significativi per la datazione delle formazioni italiane ricordiamo: Arietes, Harpoceras, Hiladoceras, Hoplites, Kosmoceras, Scholotheimia, Stephanoceras, Parkinsonia, Perisphinctes, Tissotia.

La migliore macchina per fare il sottovuoto per il nostro cibo

La migliore macchina per fare il sottovuoto per il nostro cibo


Per facilitare la conservazione dei cibi e quindi conseguentemente per evitare spreco di alimenti è la macchina sottovuoto che permette l'eliminazione dello sviluppo di alterazioni causate dall'ossigene, microrganismi e ci permette di mantenere il prodotto frescho e al riparo da odori esterni.
I civi vengono posti all'interno di sacchetti groffati, poi viene azionata la confezionatrice e la sua pompa aspirante posta all'interno eliminerà l'aria presente all'interno.
Poi il sacchetto viene quindi chiuso e saldato termicamente permettendo la fine del ciclo della macchina sottovuoto.
Grazie il sottovuoto si può conservare un alimento molto più a lungo perché in assenza di aria quasi tutti i microorganismi e i batteri non possono svilupparsi. Certamente questa tecnica permette di trattenere sapore, colore, profumo e tutte le proprietà nutrizionali dei prodotti. Indicativamente la conservazione degli alimenti sottovuoto può variare da 6 a 21 giorni a seconda del prodotto.
Si possono usare macchine sottovuoto professionali sia con prodotti crudi che cotti e si può abbinarla alla refrigerazione.
Per la scelta delle macchine per sottovuoto va fatta in base alle proprio esigenze. Le principali differenze delle tipologie di macchinari sono due: ad aspirazione esterna o a campana.
Queste macchine professionali per sottovuoto ad aspirazione esterna non sono particolarmente ingombranti ed hanno dei prezzi ragionevoli, sono ideate per soddisfare le necessità di uso domestico e di piccole aziende. Per usarle bisogna tenere il sacchetto, contenente l’alimento, esterno alla macchina e in pochi secondi la macchina aspira l’aria, crea il vuoto e sigilla il tutto permettendo così una conservazione ideale degli alimenti. Il sottovuoto che si ottiene dalle macchine sottovuoto ad apirazione esterna si aggira vicino 95% e permette di mettere sottovuoto solo alimenti solidi e non quelli liquidi.
Un'altro tipo di macchina per sottovuoto è quella a campana che è di maggiori dimensioni rispetto alle precedenti e sono ideali per l'uso professionale come ad esempio in macelleria. I prodotti vengono inseriti dentro della camera e successivamente, dopo aver chiuso il coperchio la confezionatrice aspirerà l’aria creando il vuoto intorno ai cibi e infine attraverso l’utilizzo di una apposita busta, sigillerà l’alimento ermeticamente. Il risultato sarà un sottovuoto pari al 99% ed si potranno confezionare tutti gli alimenti, sia solidi che liquidi.
Ovviamente le maggiori dimensioni e potenza rendono queste macchine più costose ma estremamente affidabili.

Come essiccare gli alimenti con l'essiccatore

Come essiccare gli alimenti con l'essiccatore


Tutti sappiamo che gli essiccatori per cibi ed alimenti come verdura, frutta, funghi, pasta fresca sono facili da utilizzare, basta basta infatti caricare i prodotti nei cestelli, selezionare il programma desiderato e l'essiccatore si occupa di essiccare ogni alimento nel modo migliore.
Mentre è in atto il processo di essiccazione è possibile in ogni momento controllare la temperatura interna, e quando il programma è terminato il sistema mantiene i prodotti al giusto grado di essiccazione, per tutto il tempo necessario.
Evidentemente quello che rende questi essiccatori professionali unici è il metodo di essiccazione a flusso d'aria orizzontale, infatti l'aria è libera di circolare lungo tutta la superficie dei prodotti, rendendo l'essiccazione uniforme e ottimizzando lo sfruttamento del calore.
Tutti i programmi di questo essiccatore venduto online e nei negozi fisici, sono progettati per ottimizzare il comsumo energetico permettendo così un'essiccazione sempre pefetta nel rispetto delle materie prime e del portafoglio.
Un'altra cosa fondamentale e vantaggiosa è che il cibo essiccato non subisce in alcun modo l'intervento chimico, aggiunta di conservanti o di altre strane sostanze. Infatti l'essiccazione permette di elimare l'acqua dagli alimenti, eliminando così i microrganismi decompositori.
Possiamo infine affermante che eliminando l'acqua possiamo fermare lo sviluppo di microbi ed evitiamo la formazione di ossido.
L'essiccattore permette di conservare con facilità molteplici cibi che non avranno la necessità di essere conservati in freezer, permettendo così di avere anche un risparmio energetico.

Finalmente possiamo fare la pasta in casa con le macchine per pasta migliori

Finalmente possiamo fare la pasta in casa con le macchine per pasta migliori


L'alimento più conosciuto della nostra amatissima cucina italiana è senza dubbio la pasta fatta in casa. La pasta fresca si ottiene grazie a degli ottimi impasti di farina con liquidi vari come ad esempio acqua, olio extra vergine d'oliva o uova.
Di solito, nella maggiore parte dei casi, si utilizzano delle uova con le seguenti quantità di 100gr farina di grano tenero oppure 80 g di semola di grano duro per ogni uovo.
Fare la pasta fresca invece a mano, quindi stedere la sfoglia con il matterello si può poi aggiungere un pò di farina se l'impasto risulta troppo asciutto.
Negli ultimi decenni, grazie alla bravura di alcuni artigiani italiani, è stata inventata e quindi introdotta in commercio la macchina per pasta che permete di fare la pasta in casa o nel proprio ristorante con professionalità e in totale semplicità e in brevissimo tempo.
E' facilissimo imparare e capire quale sia la perfetta quantità di farina e liquido per ottenere un'impasto perfetto per essere poi estruso e quindi trafilato, bisogna quindi creare le dosi per ogni tipo di farina, con un risultato unico e perfetto. I produttori di macchine pasta fresca consigliano di testare e quindi di provare divertendosi con la produzione della pasta colorata, infatti aggiungendo ai vari impasto alcuni ingredienti come curcuma o barbabietola, oppuire zafferano, gli spinaci, funghi, ecc...
L'usanza di produrre pasta fresca in casa è sicuramente un metodo bellissimo per aggiungere un piatto tutto nostro in tavola e possiamo dunque dare un sapore speciale ai nostri alimenti. Evitando di acquistare pasta confezionata e commerciale ma quindi producendola da se, ci permette di consumare solo alimenti sani giovando quindi all nostra salute e a quella dei nostri cari. Concludiamo dunque affermando che chi acquista una macchina per fare la pasta elettrica ha fatto un ottimo investimento per il proprio benessere salutare.

Affiliamo le lame dei nostri coltelli con un affilacoltelli professionale italiano

Affiliamo le lame dei nostri coltelli con un affilacoltelli professionale italiano


Sono stati realizzati e quindi disponibili all'acquisto gli affilacoltelli elettrici professionali per affilare lame in acciaio inox e in ceramica. Questa macchina elettrica per affilare coltelli con degli appositi nastri abrasivi può lavorare lame in metallo o ceramica con angolo di filo a punta o a botte. Infatti grazie ai vari nastri abrasivi in dotazione, con varie granulosità, si possono realizzare innumerevoli finiture fino dall'attacco dell'impugnatura untensile. Cosa fondamenta le per l'affilatura del coltello o della lama si ottiene in entrambi i lati in un unico passaggio, senza la minima imperfezione e sbavatura. Questi nastri abrasivi sono intercambiabili e la loro sostituzione è semplice e pratica grazie ad una progettazione curata nei minimi dettagli. Il punto di forza per questo affilacoltelli elettrico è di sicuro la sua praticità e la velocità d'esecuzione, in un solo passaggio otterrai infatti un'affilatura senza la minima sbavatura riducendo così i tempi di lavorazione e manodopera. Affilare lame in ceramica o in acciaio su entrambi i lati sarà possibile su tutte la lunghezza delle lame. La sua ghiera posta al centro dell'affilacoltelli permettere di regolare fino a 5 diversi angoli d'affilatura soddisfando così le varie richieste dei clienti più esigenti. Così con la sua prima posizione della ghiera che corrisponde a 30° si potrà dare alla lama del coltello un profilo a rasoio fino ad arrivare al profilo a "botte" 55° impostando la quinta e ultima posizione della ghiera.
Il cuore di questo affilacoltelli professionale è composto sicuramente dai dischi e rotori che sostengono i tre nastri abrasivi che garantiscono la perfezione d'affilatura. Cambiarli è molto semplice, in pochi secondi si accede alla zona dove sono alloggiati e con pochi passaggi si provvede alla loro sostituzione. I nastri sono realizzati rispetto le specifiche di tenuta e sollecitazione della macchina, ce ne sono di vari spessori e granulosità e alcuni vengono forniti in dotazione con la macchina insieme alla chiave per allentare i dischi e un pennello per la pulizia dei residui. L'affilatrice ha tutti i canoni di sicurezza previsti dalle vigenti normative in materia, ogni componente viene lavorato manualmente e testato in funzione di un uso consistente ed impegnativo, il tutto a tutela dell'operatore; un dettagliato manuale d'uso viene fornito a corredo.

Le macchine professionali per chiudere sacchetti di plastica

Le macchine professionali per chiudere sacchetti di plastica


Per confezionare e chiudere in maniera ideale i sacchetti di plastica, che possono contenere alimenti o prodotti vari, si possono usare le macchine legatrici o clippatrici. La macchina legatrice elettrica è ideale per legare e chiudere buste in plastica grazie ad un filo costituito da un'anima centrale in metallo e rivestito in plastica. Questa macchina twist permette all'operatore di raggiungere la velocità di 35 saccheti chiusi al minuto.
La legatrice è sicura e di facile utilizzo e garantisce una velocità di chiusura che accorcia notevolmente i tempi di lavorazione. Inoltre questa macchina è dotata di un ampio display numerico che permette di visualizzare il conteggio delle clip utilizzate. Viene dunque fornito anche l'allarme fine bobina clip. Oppure per chiudere le confezioni con le clips si può utilizzare la macchina clippatrice elettrica l'operatore potrà raggiungere la velocità di 30 sigilli al minuto.
Si possono applicare una piattina di alluminio di altezza 5 o 7 mm, rispettivamente dotate di datario ad incisione ad una o due righe, a seconda delle necessità e per adempimenti di legge.
Questa clippatrice è dotata di un ampio display numerico che permette di visualizzare il conteggio delle clip utilizzate. In dotazione viene fornito anche l'allarme fine bobina clip.
Tutte le clippatrici vengono fornite con in dotazione il datario ad incisione. Si ricorda inoltre che le clippatrici applicano la chiusura salva-freschezza con il sigillo di garanzia in alluminio a confezioni già riempite, il sacchetto viene inserito manualmente dall'operatore e lo start ciclo avviene tramite micro elettrico. Queste macchine professionali per imballaggio come clippatrici, legatrici, saldatrici ad impulsi e continuo. Ideali per prodotti da forno,per piadine, dalla panificazione alla pasticceria, pastifici, ai caseifici industriali ed artigianali, dalla produzione di materiale elettrico ai vivai e ai più svariati articli tecnici.

L'impastrice a spirale per fare il pane e la pizze è favolosa!

L'impastrice a spirale per fare il pane e la pizze è favolosa!


Queste impastatrici professionali a spirale con capacità d'impasto di 5 kg sono ideali per famiglie, pizzerie e panifici. Questa macchina per fare la pizza e il pane è la compatta della gamma, pur mantenendo tutte le caratteristiche eccellenti della serie.
La nostra impastatrice permette infatti di amalgamare e lavorare perfettamente gli ingredienti necessari per la realizzazione di impasti per la pizza, per il pane e per la pasta.
Tutti gli ingredienti che possono essere introdotti nella vasca sono elementi base come la farina, l'acqua, l'olio, lo strutto, il sale e lo zucchero.
La macchina è adatta per impasti teneri con 55-70% di acqua o medio duri con 50-55% di acqua e il prodotto finale non dovrà superare il peso di 5 kg.
Utilizzando questa impastatrice a spirale è vivamente sconsigliato l'utilizzo d'impasti d'uova perchè possono causare rotture meccaniche anche molto gravi.
La sua vasca fissa in acciaio inox 304 ha una capacità di farina di circa 3 kg e una capacità in litri di circa 7 lt.
Le varie trasmissioni dirette a catene permettono l'eliminazione dell'olio ed eliminano i noiosi rumori e costose manutenzioni.
L'asta spacca pasta e la spirale sono costruite in acciaio inox speciale, resistenti alle più forti sollecitazioni ed il pannello di comando è in bassa tensione (24 Volts).
Senza aggiunre ulteriori costi aggiuntivi è possibile inoltre scegliere il tipo di alimentazione, monofase o trifase, e il tipo di verniciatura antigraffio, rossa, grigia o bianca.
L'impastrice per pane è dotata di riparo mobile interbloccato che se sollevato dalla posizione di lavoro provoca lo spegnimento ed arresto immediato della vasca.